ESCLUSIVA MN - Maniero: "Kessie impressionante. Gigio? Mi aspettavo più riconoscenza, se uno vuole restare resta"

02.06.2021 16:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA MN - Maniero: "Kessie impressionante. Gigio? Mi aspettavo più riconoscenza, se uno vuole restare resta"
MilanNews.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

La redazione di Milannews.it ha contattato in esclusiva Filippo Maniero, ex attaccante rossonero. Con lui, abbiamo commentato la stagione della squadra di Pioli, il mancato rinnovo di Gigio Donnarumma e il possibile arrivo a Milanello di Olivier Giroud. Ecco le sue parole: 

Sig. Maniero, che voto dà alla stagione del Milan?
"Direi che è stata una stagione molto positiva in tutto e per tutto. C'erano tutti i presupposti per fare una bella stagione, ma credo che il Milan sia andato oltre le aspettative. Arrivare secondi penso che sia più che positivo. Il voto della stagione del Milan è assolutamente alto". 

Chi è stato secondo lei il simbolo della stagione del Diavolo?
"Beh direi Kessie. Ha fatto un campionato ad altissimo livello, ha sbagliato pochissime partita. Ha avuto una grande continuità per tutta la stagione, mi ha impressionato in questo senso perchè nel suo ruolo qualche calo ci può stare, ma nell'arco di tutto l'anno avrà sbagliato solo un paio di partite. La stagione del Milan è andata di pari passo con quella di Kessie". 

Negli ultimi mesi si è parlato molto del rinnovo di Gigio Donnarumma. Si aspettava un epilogo simile?
"Sinceramente non me l'aspettavo perchè pensavo che alla fine le parti potessero arrivare ad un accordo e che il portiere firmasse il rinnovo. Non è andata così e personalmente non riesco nemmeno a capirne il motivo. Dopo tutto quello che il Milan ha fatto per lui e quello che, va detto, lui ha fatto per il Milan, alla fine si potesse arrivare ad un'intesa per il rinnovo. Non saprei dire il motivo di questa scelta di Donnarumma, probabilmente avrà avuto i suoi motivi". 

L'ha delusa il comportamento di Donnarumma? 
"Deluso no, però penso che se uno vuole rimanere in un posto ci resta al di là dell'aspetto economico. Il Milan ha accolto Gigio quando era bambino e lo ha portato in alto, quindi un po' di riconoscenza me l'aspettavo. Poi sei comunque in un grande club come il Milan che parteciperà alla prossima Champions League. Il Milan è una delle società più blasonate al mondo, quindi per me c'erano tutti i presupposti per rimanere nella tua casa e nella famiglia che ti accolto fin da bambino. In certe situazioni, rimani stupito dalle scelte che vengono fatte". 

Come alternativa a Ibrahimovic, Giroud può essere l'uomo giusto?
"Nella sua carriera ha dimostrato di essere un ottimo attaccante. L'anno prossimo il Milan avrà tante partite, quindi avere un attaccante di quel valore che possa dare il cambio a Ibra o anche affiancarlo è importante. Al Milan serve un altro attaccante di spesso e quindi Giroud ha le carte in regola per esserlo".