ESCLUSIVA MN - Pellegatti: "Post Calhanoglu? Punterei su Ceballos. Ecco tutti i ruoli che deve rinforzare il Milan"

22.06.2021 18:00 di Pietro Andrigo Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA MN - Pellegatti: "Post Calhanoglu? Punterei su Ceballos. Ecco tutti i ruoli che deve rinforzare il Milan"
MilanNews.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Terminato il campionato, il Milan e la sua dirigenza sono concentrati sul mercato dove nelle ultime settimane si sono registrate le partenze di Calhanoglu e Donnarumma oltre che la conferma di Tomori e l'arrivo di Maignan. Per commentare il momento rossonero la redazione di Milannews.it ha contattato Carlo Pellegatti. Queste le domande e le risposte:

Che cosa ne pensa del passaggio di Calhanoglu all'Inter e del comportamento del calciatore turco?

"Mi è dispiaciuto molto che Calhanoglu in questi anni al Milan non abbia totalmente assorbito la filosofia del club, la gioia di andare a Milanello e l'orgoglio di indossare questa maglia. Perderlo per una questione economica certamente mi è dispiaciuto. E' sempre doloroso vedere un giocatore del Milan e un punto di riferimento della manovra offensiva, lasciare così la squadra. Soprattutto nel 2020 ha contribuito alla costruzione di questo splendido Milan di Stefano Pioli ed è doloroso vederlo andare all'Inter. I grandi calciatori del Milan del passato hanno ricordato spesso di come mai si sarebbero sognati di lasciare i rossoneri e di andare a rinforzare una diretta rivale come l'Inter".

Quali saranno i tempi per sostituire un calciatore come Calhanoglu?

"Il Milan sapeva che ci sarebbe stato un grosso rischio di perdere il giocatore anche perchè non si è mai mosso dalla cifra che riteneva 'migliore' per la qualità e il passato del giocatore. Era consapevole che ci fosse il rischio di perderlo ma rispetto all'operazione Maignan dove il Milan ha agito velocemente perchè riteneva che ci fossero pochi portieri bravi e all'altezza, per quanto riguarda il numero 10 il ventaglio delle scelte è un po' più ampio. Non mi aspetto quindi che il Milan acquisti a breve il trequartista, piuttosto mi aspetto che con l'evoluzione del mercato ci possa essere la cosiddetta occasione a luglio o agosto. Non penso che il Milan spenda subito i 20 o i 30 milioni di euro per sostituire Calhanoglu, bensì si tratta di aspettare l'occasione e l'opportunità per sostituire un giocatore che mancherà a Stefano Pioli. Bisognerà prendere un giocatore che non faccia rimpiangere Calhanoglu sul piano dell'organizzazione della squadra più che tecnico."

Su quale nome punterebbe per il futuro trequartista rossonero?

"Non essendoci libero nè Rui Costa, nè Seedorf nè Rivera non saprei. A parte gli scherzi non sono molte le opportunità di mercato ora come ora. Per gusto personale direi Dani Ceballos, un giocatore che mi è sempre piaciuto e che potrebbe essere l'uomo giusto per il Milan"

Quali saranno i prossimi step di mercato del Milan?

"Il Manchester fa abbastanza resistenza su Dalot. Il Milan ora si sta muovendo con forza per Brahim Diaz, poi c'è l'altro nodo Tonali e lì vedremo come si evolverà la trattativa. Poi c'è sempre il nome di Firpo per cui la trattativa continua. Per il trequartista, il centrocampista, il terzo attaccante e l'ala destra invece penso che si aspetterà la fine del mercato".

Quale dovrà essere la strategia del Milan nei prossimi rinnovi?

"Con Kessiè, Calabria e Romagnoli sul piano dell'immagine e quello pratico ci dovrà essere una strategia diversa. Mi auguro che con Calhanoglu e Donnarumma sia iniziato e sia finito le questioni relative a perdite di calciatori che vanno via a zero. Questi giocatori erano figli di contratti del passato e che con questi due sia chiusa la questione di perdere giocatori a zero".