ESCLUSIVA MN - Sickenberger (BILD): "L'Eintracht è molto interessata a Hauge. Sarebbe un giocatore perfetto per la Bundesliga"

05.07.2021 16:00 di Pietro Andrigo Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA MN - Sickenberger (BILD): "L'Eintracht è molto interessata a Hauge. Sarebbe un giocatore perfetto per la Bundesliga"
MilanNews.it
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Tra le trattative che stanno tenendo banco in Casa Milan negli ultimi giorni figura quella relativa ad una possibile cessione di Hauge all’Eintracht. Per capire gli sviluppi dell’affare, la redazione di Milannews.it ha contattato in esclusiva Urlika Sickenberger, giornalista della Bild vicina alla squadra di Francoforte. Queste le domande e le risposte:

Negli ultimi giorni la notizia di Hauge all'Eintracht è rimbalzata in Italia. Quali sono le informazioni in vostro possesso su questo affare?

“E’ vero, l’Eintracht è decisamente interessata a Hauge. Le partenze con cui il club dovrà fare i conti hanno spinto a puntare su profili giovani e di prospettiva proprio come il calciatore norvegese"

Quali sarebbero i termini dell'accordo? Qui in Italia si parla di un'offerta di 7 milioni più eventuali bonus. 

“Le cifre sono abbastanza simili. La parte fissa dovrebbe essere sugli 8 milioni di euro con eventuali bonus che potrebbero raggiungere i 4 milioni. Quest’offerta potrebbe essere quella giusta per l’accordo tra le parti"

Pensa che Hauge possa adattarsi alla Bundesliga? 

“Per quanto ho visto in questa stagione al Milan, credo si possa adattare perfettamente sia alla Bundesliga che all’Eintracht. Potrebbe essere il nuovo Kostic, un calciatore che dovrebbe lasciare Francoforte e su cui c’è l’interesse della Roma e dell’Inter. Kostic, senza dubbio, sarebbe un perfetto top player anche per il Milan"

Qual è il miglior ricordo di Rebic e qual'è il suo potenziale secondo lei?

“Sicuramente il miglior ricordo che ho di lui è la finale del 2018, quella dove l’Eintracht vinse la DFB Pokal. Penso che stia giocando abbastanza bene a Milano, soprattutto da quando Ibra è al suo fianco. Ha sempre bisogno di un giocatore su cui contare, una stella a cui guardare. A Francoforte lo ha trovato in Kevin Prince Boateng che è il giocatore che lo ha aiutato di più. Rebic ha giocato un Europeo abbastanza deludente, e la domanda sarà: per quanto tempo questo lo influenzerà? Perché lui è abbastanza lunatico e le emozioni influenzano sempre le sue prestazioni. Per quanto riguarda i ricordi del 2018: Rebic ha segnato due gol contro il Bayern con le sue caratteristiche inimitabili, un concentrato di potenza in cui nessuno è stato in grado di fermarlo. Questo è stato davvero incredibile e da allora ha uno status leggendario a Francoforte"