Cori razzisti verso Ibra e Kessie, il Giudice Sportivo squalifica la curva romanista ma la pena è sospesa

02.11.2021 16:28 di Manuel Del Vecchio Twitter:    vedi letture
Cori razzisti verso Ibra e Kessie, il Giudice Sportivo squalifica la curva romanista ma la pena è sospesa
© foto di Image Sport

Arriva il comunicato del Giudice Sportivo in seguito all'ennesimo, grave caso di razzismo all'interno degli stadi italiani. Questa volta i bersagli sono stati Zlatan Ibrahimovic e Franck Kessie durante Roma-Milan di domenica sera: "Il Giudice sportivo, considerato che, nel corso della gara, sono stati intonati cori insultanti e di discriminazione razziale nei confronti di due calciatori della Soc. Milan;

considerato, in particolare, che nei primi dieci minuti del secondo tempo dalla Curva Sud, occupata dai sostenitori della Soc. Roma, in diverse occasioni venivano intonati cori all’indirizzo del calciatore Zlatan Ibrahimovic (Soc. Milan) e che, per tale ragione, il Direttore di gara richiedeva per il tramite del Quarto Ufficiale che fosse diffuso l’annuncio previsto, cosa avvenuta per due volte;

considerato, altresì, che i collaboratori della Procura federale riportavano nella loro relazione che, al 35° del secondo tempo, “la Curva Sud intera tifoseria Roma (100%)” intonava cori di discriminazione razziale nei confronti del calciatore Franck Kessie (Soc. Milan) e, che per tale ragione, allo stesso minuto, veniva diffuso l’annuncio previsto;

considerato che, in base a quanto sopra riportato, emergono comportamenti rilevanti per dimensione e percezione, a norma dell’art. 28 comma 4 CGS, ai fini della punibilità degli stessi;

delibera di sanzionare la Soc. Roma con l’obbligo di disputare una gara con il settore denominato “Curva Sud” privo di spettatori.

Pena sospesa per il periodo di un anno ai sensi dell’art. 28 comma 7 CGS con l’avvertenza che, se durante tale periodo sarà commessa analoga violazione, la sospensione sarà revocata e la sanzione sarà aggiunta a quella inflitta per la nuova violazione".