ESCLUSIVA MN - Iachini: "Bennacer ha fatto lo stesso percorso di Pirlo. Krunic? L'ho trasformato in mezzala ed è cresciuto tanto"

06.07.2019 14:30 di Redazione MilanNews Twitter:    Vedi letture
Fonte: Intervista di Thomas Rolfi
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
ESCLUSIVA MN - Iachini: "Bennacer ha fatto lo stesso percorso di Pirlo. Krunic? L'ho trasformato in mezzala ed è cresciuto tanto"

Giuseppe Iachini, ex tecnico dell'Empoli dal novembre 2018 a marzo 2019, è stato intervistato in esclusiva da MilanNews.it per parlare di Bennacer e Krunic, neo acquisti del club rossonero e centrocampisti valorizzati proprio dall'allenatore di Ascoli Piceno nel corso dei mesi trascorsi in Toscana.

Prova soddisfazione per vedere che due suoi ex giocatori sono passati al Milan?

"Una grande soddisfazione. Quando sono arrivato ad Empoli eravamo penultimi, Bennacer non giocava, Krunic era più un trequartista, veniva considerato un giocatore molto offensivo, giocava a ridosso della punta. Bennacer è un ragazzo che ho avuto il piacere di utilizzare davanti alla difesa, un ruolo che non aveva ancora ricoperto. Ho fatto quello che ho fatto con Sensi a Sassuolo, spostandolo davanti alla difesa, anche lui mi ha dato grandi soddisfazioni. Mi dicevano che Bennacer lì non ci poteva giocare, ma invece ha fatto un grande lavoro, è un ragazzo dalla grande disponibilità, ci crede in quel ruolo. Ha fatto qualcosa di eccezionale, è migliorato tantissimo nella fase di transizione, è un giocatore che non si discute, ha grande dinamicità, è migliorato nella fase di riconquista, sicuramente il Milan ha fatto un ottimo acquisto. Krunic è un centrocampista importante, messo a fare la mezz'ala è cresciuto tanto, può arrivare al gol, può imbucare, può mettere la palla gol. Sono due acquisti importanti, essendo ancora giovani possono avere dei margini di crescita, però arrivano già con una buona dose di esperienza e di personalità nonostante la giovane età. Quando sono andato via eravamo salvi, con questi ragazzi stavo facendo un bellissimo lavoro, anche di valorizzazione, sono felice per loro. Bennacer doveva trovare ancora una sua collocazione e in quel ruolo lì si è espresso alla grande".

In una conferenza aveva parlato di Pirlo e Verratti in relazione al ruolo di Bennacer, com'è nato lo spostamento davanti alla difesa?

"Non ci aveva mai giocato, ho parlato col ragazzo, ci siamo soffermati molto sul piano tattico e sulla fase di transizione. Ha una buona tecnica e questa non gliela toglie nessuno ma sotto l'aspetto del posizionamento e nello sporcare i palloni agli avversari ha fatto un'enorme crescita, abbiamo fatto un grande lavoro ed è migliorato tanto. Quello doveva un po' impararlo, era un giocatore molto offensivo. Giocatori come Pirlo hanno fatto la loro fortuna passando a giocare da offensivi a davanti alla difesa, in Bennacer intravedevo questo, infatti ha giocato subito in quel ruolo. E Krunic come interno di centrocampo".

Dal punto di vista umano che ragazzi sono Bennacer e Krunic?

"Sono due bravissimi ragazzi, il Milan ha fatto due ottimi acquisti sul piano tecnico e umano. Sono due ragazzi con cui ho condiviso tre mesi di ottime soddisfazioni, non posso che dire bene di loro".

Cosa ne pensa dell'arrivo al Milan di Marco Giampaolo?

"E' un allenatore che ha fatto la sua gavetta, arriva al Milan con una base. Ha fatto le sue esperienze, Giampaolo ha tutte le caratteristiche e le qualità per poter far bene al Milan".